I paesaggi tropicali del Salento e le regine delle spiagge della Puglia!

Un viaggio sulle coste salentine alla scoperta delle spiagge più belle, dalle acque cristalline e dalla sabbia dorata. Paesaggi dai colori incantevoli simili a quelli di una grande isola tropicale.

le spiagge tropicali del salento

Partendo dal Capo di Leuca, risalendo la costa ionica, la prima piccola spiaggia di sabbia è la baia di Felloniche, in realtà una piccola baia molto frequentata e di facile accesso dalla litoranea. Il tratto di sabbia è piccolo ma accogliente, ci sono anche diverse attrazioni e gonfiabili sull'acqua e punti ristoro per tutte le esigenze. Diverse le case vacanza e gli appartamenti dai quali raggiungere il mare comodamente a piedi. Sul promontorio roccioso a picco sul mare si trova un famoso stabilimento balneare e lounge bar molto rinomato per le particolari serate jazz e musica d'autore.
Superata Felloniche e San Gregorio la costa si fa decisamente bassa ed il mare azzurro è delimitato da ciottoli bianchi e levigati, tutto intorno muretti a secco e tante villette con giardino.
Risalendo sempre sullo Ionio la costa resta bassa e ciottolosa fino ad arrivare a Torre Vado, nei pressi del porto turistico, alla rinomata spiaggetta, una cala di sabbia a ridosso del lungomare e vicinissima al centro abitato e per questo, sempre molto affollata.

Dal lungomare di Torre Vado, anche a piedi, si raggiunge la spiaggia dorata di Posto Vecchio, una delle tre marine di Salve bandiera Blu FEE. Essendo vicina a centri abitati la sua spiaggia è il primo approdo per chi viene in vacanza. Ci sono tanti lidi attrezzati e stabilimenti balneari, comode passerelle in legno per facilitare l'accesso a tutti anche per le spiagge libere, chioschi, ristoranti, pizzerie, hotel, molti locali per giovani, case ed appartamenti tutti a ridosso del mare.

i lidi attrezzati di Posto Vecchio a Pescoluse

Da Posto Vecchio hanno inizio le famose spiagge che ricordano i paradisi tropicali, fondali bassi e sabbie dorate, acque che brillano sotto un sole cocente, dune di sabbia, canneti e chioschi dai tetti impagliati: siamo a Pescoluse, la spiaggia regina di tutte le spiagge di Puglia.

le spiagge dorate delle maldive del Salento

Il centro della marina è ben servito da negozi, locali, hotel e spazi per il divertimento serale. La litoranea che ha costeggiato il mare fino a Pescoluse e piazza dei Gigli, ora si allontana leggermente dalla costa per lasciare spazio alle grandi aree parcheggio degli stabilimenti balneari o lidi attrezzati che si trovano su questo tratto. Percorrendo la litoranea spiccano gli ingressi al mare segnalati come quello delle Maldive del Salento (una enorme sdraio con ombrellone), Le Cinque vele ed altri che si alternano ai tratti di spiagge libere (anche queste segnalate). Dopo Pescoluse troviamo Torre Pali con le sue belle spiagge ai piedi della torre sommersa.

la spiaggia di torre Pali nel Salento

Seguono Lido Marini e la spiaggia di Torre Mozza, Torre San Giovanni, Posto Rosso per arrivare alla baia di Gallipoli ed alle spiagge di Punta Pizzo, Baia verde e punta della Suina.

la spiaggia di sabbia di Torre Mozza

Superato Gallipoli e le spiagge di Rivabella, Padula Bianca e Lido Conchiglie, si trovano Santa Caterina e S. Isidoro per arrivare infine alle spiagge di Porto Cesareo, Torre Lapillo e Punta Prosciutto nella parte più a nord del Salento.

Ora ritorniamo al Capo di Santa Maria di Leuca per risalire la costa Adriatica, più rocciosa e panoramica ma che nasconde i lidi sabbiosi suggestivi ed incontaminati.
Tra i due promontori di Punta Ristola e Punta Meliso, si trova la caletta di Leuca con la spiaggetta delimitata dal bellissimo lungomare, molto frequentata in quanto rappresenta l'unico lido sabbioso della cittadina.

La spiaggia di Leuca nel Salento

Risalendo per l'Adriatico lungo un costone altissimo si supera località Ciolo, si arriva a Marina Serra dove si trova la famosa piscina naturale,  due costoni di roccia che racchiudono una piccola baia dalle acque azzurre e limpide, un invito a fare il bagno non solo d’estate ma anche durante le tiepide e soleggiate giornate d’inverno. Più a nord seguendo la litoranea ed il suo splendido panorama, si approda alla di Porto Badisco, luogo ricco di autentica bellezza, circondato da leggende e grotte ricche di storia. Qui secondo la leggenda approdò Enea fuggendo da Troia. Proseguendo verso nord, dopo Otranto, tra le spiagge di sabbia più belle segnaliamo senza dubbio quelle di baia dei Turchi, dei Lagni Alimini, Torre dell'Orso e San Foca.