Santa Cesarea nel Salento, il mare che rigenera il corpo e la mente!

Litorale di Santa Cesarea nel Salento

Santa Cesarea Terme è una località turistica che di trova sulla costa orientale del Salento, tra i promontori di roccia bianca a picco sul mare. Si tratta di una cittadina particolarmente nota per la stazione idrotermale e le proprietà curative delle sorgenti di acqua solfurea. Un paradiso dove i nobili dei secoli passati erano soliti recarsi per rigenerare il corpo e la mente: è questo il motivo per cui oggi Santa Cesarea ci appare così elegante e bella, con il lungomare panoramico che guarda il costone bianco e roccioso della costa, i terrazzamenti impreziositi da vialetti e scalinate da rendere pittoresco il paesaggio. Dalla pineta del Belvedere si può osservare tutta la costa adriatica sino a Leuca e, nei giorni particolarmente limpidi, sono visibili anche i monti dell'Albania.
La costa di Santa Cesarea è alta e frastagliata con tante grotte, faraglioni e anfratti; i fondali sono immediatamente profondi e, nonostante la presenza di alcuni stabilimenti balneari o lidi che rendono più semplice l'accesso al mare, la località non è molto adatta ai bambini. Per trovare la prima cala di sabbia ci si può spostare in pochi minuti di auto verso Otranto.
Il mare blu e pescoso che si infrange sugli scogli è ricco di fondali particolarmente ricchi da rendere questo tratto di mare, una delle mete preferite dagli appassionati delle immersioni e delle esplorazioni subacquee: la Secca del Pisello è quella più frequentata ed è una parete di roccia che sprofonda nel mare fino a 40 metri, oppure la Grotta del Soffio, meraviglie che si possono visitare rivolgendosi ai centri diving locali.

Nel porticciolo è inoltre facile trovare delle imbarcazioni da noleggiare per esplorare la costa alla ricerca di cale isolate ed incontaminate.

Per chi volesse concedersi una giornata alternativa alle scogliere e stendersi sulla sabbia dorata da Santa Cesarea Terme può raggiungere verso nord Torre Minervino e Porto Badisco e più a nord Otranto.

Verso sud invece il mare continua ad essere caratterizzato da alte scogliere, tra le quali si aprono altre interessanti caverne che si possono visitare in escursione: la Grotta Zinzulusa, Grotta Romanelli, Grotta Rotundella.